salta al contenuto

SITO IN CORSO DI AGGIORNAMENTO. LE INFORMAZIONI PRESENTI POTREBBERO VARIARE SENZA ALCUN PREAVVISO.
17 gennaio 2022

Home Page

Direttive del Procuratore

InfoWeb

  • Accessi unici: 685578
  • Pagine viste: 1000445
  • Utenti Connessi: 21
  • IP: 10.198.0.46

[03.12.2015] Certificato Casellario Giudiziale e dei carichi pendenti richiesti dall’estero

 

Chi risiede all’estero, cittadino italiano o straniero, può richiedere il certificato del casellario giudiziale o  dei carichi pendenti relativo alla sua persona indirizzando la richiesta all’ufficio del casellario giudiziale presso una qualunque Procura della Repubblica indipendentemente dal luogo di nascita o di residenza del richiedente.

La domanda, in carta semplice, deve contenere l'indicazione:

  1. delle generalità dell'interessato, vale a dire della persona a cui si riferisce il certificato (si raccomanda di precisare in stampatello quale sia il nome e quale il cognome, e il luogo (città/località e stato estero) e data di nascita);
  2. l’indirizzo presso il quale spedire il certificato richiesto;
  3. quando è richiesto il rilascio gratuito del certificato (adozione, controversie di lavoro, ammissione al gratuito patrocinio, riparazione dell'errore giudiziario) o il rilascio con esenzione dal pagamento della marca da bollo (atti, documenti e istanze delle ONLUS, borse di studio), l’uso a cui è destinato il certificato che provi il diritto all’esenzione.

La domanda deve essere firmata dalla persona a cui si riferisce il certificato e deve specificare quale certificato è richiesto (certificato del casellario giudiziale o quello dei carichi pendenti).

Il certificato è rilasciato in lingua italiana.

Il costo del rilascio del certificato è di € 19,84 (di cui € 16 per marca da bollo e € 3,84 per diritti di certificato) per ciascun certificato richiesto.

Nel caso in cui il certificato è esente da bollo si dovrà versare soltanto l’importo di € 3,84 per i diritti di certificato.

Inoltre, dovranno essere pagate le spese di affrancatura per la spedizione del certificato. Per la spedizione con posta ordinaria il costo verso i Paesi europei è di € 0,90, verso i Paesi extraeuropei € 2 e verso l'Oceania € 2,50.

Poiché le modalità di pagamento (es. assegno bancario internazionale, vaglia postale o eurogiro, ecc.) dell’importo dovuto per il certificato richiesto e per le relative spese di spedizione sono diverse a seconda del Paese da cui è richiesto il certificato e delle convenzioni in materia è necessario informarsi presso l'ufficio del casellario giudiziale a cui si invia la richiesta per sapere secondo quale modalità effettuare il pagamento.

Non inviare denaro

Alla domanda vanno allegate:

  1. la copia di un documento di identità valido (es. passaporto, patente internazionale di guida) dell’interessato
  2. la prova del pagamento dell’importo complessivo per i bolli, i diritti e le spese per la spedizione del certificato
  3. la busta già compilata con l’indirizzo dell’interessato, per la spedizione del certificato richiesto, senza francobolli.

Cerca...